News del 29 dicembre 2015

29 dicembre 2015 Newsletter

20151229newsCari tutti, passato – spero nel modo migliore – il Natale, è il momento del consueto aggiornamento mensile insieme a tanti auguri di buon anno!

Approvato il bilancio 2016 della Regione

Una manovra da 12 miliardi, di cui 8 per la sanità, con stanziamenti per: 15 milioni per il reddito di solidarietà (ai quali si aggiungeranno risorse nazionali); 50 milioni per il welfare; 16,2 milioni per le politiche abitative; 2 milioni per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Il fondo per la non autosufficienza sale a 460 milioni, grazie a 120 milioni di risorse regionali aggiunte a quelle nazionali. 20 milioni sono finalizzati all’azzeramento dell’Irap per Asp, cooperative sociali e soggetti accreditati per la gestione dei servizi alla persona. Sostegno al lavoro e allo sviluppo: 53 milioni destinati al cofinanziamento dei fondi europei; 25 milioni per l’attrattività delle imprese; 10 milioni per l’internazionalizzazione; 6,6 milioni per micro credito e fondi di garanzia; 15,5 milioni per il turismo. Fondi regionali per 36 milioni per la tutela dell’ambiente e del territorio, 4 milioni per la bonifica di siti inquinanti e per la rimozione dell’amianto; 12 milioni per la prevenzione del rischio sismico. Inoltre 393 milioni sono destinati alla mobilità sostenibile e 20 milioni alla manutenzione delle strade e alla montagna. Stanziati 20 milioni per la riqualificazione delle città della costa. Raddoppiano le risorse (33 milioni) per cultura, scuola e formazione. Qui l’infografica.

Nuovi fondi per l’edilizia scolastica

La Regione Emilia-Romagna, prima in Italia, ha stipulato un rogito con la Cassa Depositi e Prestiti che renderà disponibili 57 milioni di euro di fondi europei per interventi straordinari, ristrutturazione, messa in sicurezza delle scuole e costruzione di nuovi edifici nel triennio 2015-2017. Saranno 225 gli interventi, 192 dei quali già approvati e cantierabili, tra fondi europei e cofinanziamento degli enti locali e dei privati per un investimento complessivo di oltre 80 milioni. A questi si aggiungono 20 milioni attribuiti dal Ministero dell’Istruzione all’Emilia-Romagna nell’ambito del Programma Scuole Innovative. Inoltre, la Regione ha stanziato altri 20 milioni per la messa in sicurezza delle scuole, che si sommano agli oltre 6 milioni destinati al miglioramento sismico degli edifici scolastici. Infine 5 milioni saranno a disposizione degli enti locali per l’efficientamento energetico delle scuole. In totale sono oltre 130 milioni di euro le risorse disponibili per un Piano regionale di edilizia scolastica, che come previsto dal Patto per il Lavoro si pone l’obiettivo di rendere più sicure e innovative le nostre scuole e di contribuire al rilancio del settore edile. (In questo post il dettaglio degli investimenti)

Normalizzate le liste d’attesa sanitarie

La situazione dei tempi d’attesa per esami e visite specialistiche indica un netto miglioramento. Oggi oltre il 90% delle prime visite e degli esami strumentali viene garantito entro i tempi previsti, 30 e 60 giorni a seconda della tipologia, mentre a gennaio 2015 eravamo al 58%. Un risultato ottenuto grazie ad una nuova organizzazione dei servizi, a un investimento di 10 milioni di euro e all’impegno a migliorare ancora il monitoraggio dei tempi di attesa ed il controllo dei risultati. A Bologna, i dati sono in linea e in alcuni casi migliori di quelli regionali. Ricordiamo che dal 1° marzo 2016 chi non si presenta a un appuntamento prenotato deve dare prima disdetta, altrimenti pagherà il ticket previsto per la prestazione (anche se esente): la disdetta si potrà dare chiamando il numero verde, recandosi negli sportelli Cup, oppure online.

Una proposta per il trapianto di rene

Nei giorni prima di Natale ho presentato una risoluzione per chiedere che le spese relative al donatore nel trapianto di rene da vivente siano a carico del Servizio Sanitario anche nel caso in cui il donatore sia un cittadino straniero di un paese che non ha con l’Italia una adeguata convenzione sanitaria. E’ una scelta, caldeggiata da associazioni e professionisti impegnati nel settore dei trapianti, che consente di dare risposta a pazienti in lista d’attesa, di liberare posti nella lista a vantaggio di altri e anche di risparmiare risorse economiche. Perché non farlo? Con l’occasione mando un grande abbraccio alle associazioni dei trapiantati e a tutte le associazioni che si adoperano per sostenere pazienti e famiglie coinvolti da varie patologie: diverse sono riuscito ad incontrarle nelle occasioni di festa prenatalizie, e resto convinto che siano una risorsa da cui davvero non possiamo prescindere.

Provvedimenti regionali e notizie

Riorganizzazione della Regione: ridotte da 10 a 5 le direzioni generali, risparmi per oltre 36 milioni di euro entro il 2019. In Emilia-Romagna cresce il Pil (+1,2%) spinto specialmente dall’export (+4,1%). Aree naturalistiche e patrimonio culturale: bando per 37,6 milioni, domande dal 31 gennaio al 15 aprile. Imprese: assegnati 10 premi per la responsabilità sociale. “Giovani generazioni”: bando da 590mila euro per cento progetti per il sostegno di adolescenti e preadolescenti con difficoltà. Insediato l’Osservatorio delle fusioni: in Aula la decisione sul referendum consultivo dei cittadini di Borgonovo Val Tidone e Ziano Piacentino. Ferrovie, Porrettana: oltre 20 milioni per migliorare infrastruttura e servizio. Ferrovie: 7 nuovi elettrotreni. Tecnopolo Bologna: Regione pronta a varare bando per 58 milioni. L’Appennino Tosco Emiliano è Riserva Unesco. Montagna: nel 2016 dalla Regione 6 milioni. Adrion, il programma Adriatico-Ionico di cooperazione transnazionale: quasi 100 milioni di euro di dotazione finanziaria. Mobilità sociale: dalla Regione un milione di euro ai Comuni per persone in situazione di particolare bisogno. Promozione pratica sportiva: oltre 5 milioni di euro per interventi da Piacenza a Rimini. Protezione civile: dalla Regione 3 milioni 200mila euro per potenziare la rete di centri e presidi. Diritto allo studio: garantita la copertura al 100% degli idonei, con un investimento complessivo in denaro e servizi di 63 milioni e 800 mila euro. Fibromialgia: verso la possibile esenzione dal ticket per visite e farmaci. Europa: iniziato il percorso della Sessione europea che porterà alle proposte dell’Emilia-Romagna sul piano di lavoro 2016 della Commissione UE. Sisma: procede il Piano da 18 milioni di fondi regionali per il ripristino dei centri storici. Ricostruzione: inaugurato il nido d’infanzia Piccolo Principe a Nonantola. Donne in carcere: in Emilia-Romagna 123 detenute a inizio 2015, di cui 65 straniere; 10 sono madri, un parto in carcere nello scorso anno. Saeco: sì unanime a una risoluzione per salvaguardare produzione, lavoro e reddito dei dipendenti dello stabilimento di Gaggio Montano. “Maestro raccontami il mondo”: fino al 12 febbraio al Mambo a Bologna la mostra dedicata ad Alberto Manzi. Rendiconto 2015 dell’Assemblea Legislativa: i numeri di un anno di lavoro.

Il rapporto dell’ONU sullo sviluppo umano

Da 25 anni, il Rapporto offre l’occasione per approfondire il tema dello sviluppo a livello globale. L’edizione di quest’anno è incentrata sulle persone e su come il lavoro possa fare da stimolo allo sviluppo umano, soprattutto quando le politiche pubbliche ampliano le opportunità di occupazione, nel rispetto dei diritti, della sicurezza e del benessere dei lavoratori. Nel 2015 l’Italia si colloca al 27° posto a livello globale in termini di HDI (Indice di Sviluppo Umano) tra i Paesi dallo sviluppo umano molto elevato. La posizione in classifica dell’Italia è leggermente più elevata rispetto a quella occupata in base al solo reddito pro capite. I primi tre Paesi al mondo per HDI sono Norvegia, Australia e Svizzera (Human Development Report 2015).

Il punto su #perdavvero e qualche invito alla lettura

Ci siamo trovati in tanti il 18 dicembre a fare il punto sui gruppi di lavoro di #perdavvero, ed è stata l’occasione per constatare insieme quanto in pochi mesi siamo riusciti a influire sull’elaborazione politica del PD. Vi invito a leggere questo mio articolo sul senso di questo lavoro di insieme, che troverete anche sul sito di #perdavvero insieme a materiali dei gruppi di lavoro a cui tutti possono aggregarsi: vogliamo fare politica andando al cuore dei problemi da risolvere. Su un livello più generale, vi segnalo anche un mio articolo uscito sull’ultimo numero de Il Mosaico. Continuate a seguirmi sul mio sito e sulla pagina facebook.

Un caro saluto e all’anno prossimo!
Giuseppe

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace? Condividi:

, , , , , Newsletter

Comments are closed.