Che brutto autogol sul tavolo delle antenne...

20 maggio 2010 Elettrosmog, Politica locale

Antenna per la telefonia mobile - foto di brewbooks da flickr

Un articolo pubblicato oggi ci racconta di una proliferazione di richieste di installazione di antenne per la telefonia mobile. I cittadini ricominciano a guardare con preoccupazione un tema che grazie all’esperienza del tavolo partecipato era stato affrontato e sostanzialmente risolto. E non è certo una consolazione il poter dire che l’avevo detto.

In questa crisi di credibilità della politica, che non risparmia nessuno, noi del PD continuiamo a proclamare una nostra diversità, ed assicuriamo i nostri elettori di poter dimostrare di avere a cuore la soluzione dei loro problemi. La vicenda del tavolo partecipato sulle antenne è da questo punto di vista semplicemente allucinante.Il tavolo partecipato in quegli anni è stata un’esperienza assolutamente positiva: erano contenti i cittadini, i comitati, i quartieri ed anche i gestori delle compagnie telefoniche avevano capito che si riusciva a fare di più con un lavoro di paziente costruzione del consenso sociale piuttosto che con i blitz alle spalle dei cittadini. Abbiamo deciso la collocazione di decine di antenne senza particolari problemi. Le prospettive erano assolutamente positive, bastava portare avanti il lavoro già impostato. Invece il tavolo è rimasto fermo per i sette mesi della giunta Delbono, e passi, e addirittura è stato sospeso (ossia cancellato) con una delle delibere dell’ultima ora nel momento delle dimissioni del sindaco. E oggi stanno maturando i prevedibilissimi frutti di quella scelta inspiegabile ed inspiegata.

Invece di riempirci la bocca di frasi fatte, tipo che in fondo stavamo governando bene quando è accaduto un imprevedibile incidente di percorso, sarebbe il caso non solo di mettere in fila le cose buone fatte – che è giusto rivendicare con forza – ma anche di riconoscere gli errori commessi. Su questa questione del tavolo partecipato delle antenne, vogliamo spiegare come siamo riusciti nell’impresa di buttare via una delle cose buone che eravamo riusciti a realizzare? Da consigliere comunale ho chiesto spiegazioni, che sto ancora attendendo. E visto che ora c’è un congresso, cosa ne pensano i candidati a segretario? Può il PD prendere l’impegno di ripristinare il tavolo partecipato appena ci sarà possibile? Sarebbe il minimo, davvero.

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace? Condividi:

, , Elettrosmog, Politica locale

Comments are closed.