;

News del 22 settembre 2013

22 Settembre 2013 Newsletter

20130922newsCari tutti, mentre l’estate lascia il posto all’autunno sarebbe bello avere tante buone notizie da commentare, invece temo che un po’ di malinconia sia inevitabile… ma non perdiamoci d’animo e vediamo insieme qualche aggiornamento.

La ripresa dei lavori dell’Assemblea Legislativa

Vi avevo già raccontato della notevole mole di lavoro svolta dall’Assemblea Legislativa, che ha varato 20 leggi e 34 delibere nei primi 7 mesi del 2013. Il rientro è stato un po’ meno brillante, perché ci siamo dovuti occupare di temi come l’emergenza aviaria nella nostra regione, la sostituzione di un consigliere regionale sospeso ai sensi della legge Severino-Monti e che a sua volta era stato da poco chiamato a sostituire un altro consigliere sospeso a seguito di un procedimento giudiziario (ora quindi è subentrata la terza per preferenze nella lista del PDL della circoscrizione di Parma); inoltre ha naturalmente fatto notizia la revoca delle deleghe a Sabrina Freda da parte del presidente Vasco Errani, in un contesto che ha toccato il tema dell’ampliamento del termovalorizzatore di Modena: l’assessora Freda non è stata sostituita, anche nell’ottica della futura riduzione del numero di assessori diventata ora legge definitiva.

Notizie regionali

Fra le notizie recenti, vi segnalo che sono stati messi a disposizione 400 mila euro per le organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e province. E’ stato varato un progetto per sostenere l’attività motoria e sportiva, con la partecipazione di Coni, Comitato paralimpico ed enti di promozione sportiva emiliano-romagnoli. Da metà settembre cambiano i tirocini per effetto della legge recentemente approvata. Le domande per i buoni libro vanno presentate entro il 12 novembre. Oltre all’emergenza aviaria, c’è anche attenzione per la malattia West-Nile (trasmissibile via zanzare). Per mettere nell’elenco anche qualcosa di dolce, vi segnalo un interessante punto sulle api e sul miele.

Le sofferenze del mondo sanitario

Il mondo sanitario fa notizia di solito solo in occasione di risultati straordinari o per qualche inaugurazione o ricorrenza, oppure per episodi di (vera o presunta) malasanità. Ma al di là di quel che leggiamo sui giornali c’è un mondo ricchissimo fatto di professionisti (medici, infermieri, tecnici, operatori) impegnati ogni giorno nel garantire ad ognuno di noi la indispensabile assistenza sanitaria. E’ un settore investito da tempo da processi di razionalizzazione della spesa ed adeguamento dell’organizzazione, che sono principi da confermare: ma il susseguirsi di tagli e di provvedimenti, per ultima la vicenda legata alla spending review, stanno portando la situazione a livelli di guardia. Occorre saper distinguere fra la fatica giusta ed inevitabile legata a doverosi processi di trasformazione e la sofferenza ingiusta (e da evitare) legata a scelte o tagli che facciano venir meno le necessarie garanzie. Inoltre occorre anche la capacità di costruire partecipazione e consenso attorno a questi processi di trasformazione. Fra i miei compiti di consigliere regionale c’è una funzione ispettiva che mi fa entrare in contatto con una molteplicità di situazioni: continuo ad occuparmene con la necessaria riservatezza, ma non posso tacere la sensazione che stia aumentando la sofferenza a livelli preoccupanti: credo che occorra maturare (tutti, non solo gli addetti ai lavori) una maggiore consapevolezza della delicatezza dell’attuale situazione.

Passante nord, la telenovela continua

Nell’ormai ricchissimo carnet di appuntamenti mancati che ne ha costellato la storia, è passata in cavalleria un’altra scadenza legata al Passante Nord: ad aprile era stato annunciato che entro luglio ci sarebbe stato il progetto preliminare e invece luglio è passato e non si è saputo nulla. Ribadisco: ormai occorre staccare la spina e voltare pagina.

Le fatiche congressuali del PD

Avevo sperato che a questa data avremmo avuto già regole e calendario congressuale, invece anche l’Assemblea nazionale tenutasi ieri si è chiusa con uno strascico di polemiche ed interrogativi. C’è una data (8 dicembre) e premesse di future discussioni (un po’ come dopo la direzione del 7 agosto, ma la data promessa allora era il 24 novembre), e un accordo che prevederebbe una sequenza abbastanza singolare (prima i congressi provinciali, poi il nazionale, poi i regionali). Dico solo: attenzione perché il patrimonio di credibilità del PD non è inesauribile e così pure la pazienza di militanti ed elettori, e non è pensabile continuare ad andare avanti in questo modo. Anche queste vicende dimostrano che un ricambio è indispensabile e non più rimandabile.

Nel frattempo penso che Matteo Renzi abbia fatto bene a proporre la propria candidatura alla segreteria del PD: è un modo per dimostrare che ha a cuore le sorti di questo partito che non è solo di alcuni ma di tanti: un partito nuovo e non un semplice contenitore di storie passate, chiamato a definire e realizzare un progetto per l’Italia e dove le diverse ispirazioni culturali sono utili se non diventano blocchi di potere ma fermento di discussione e di cambiamento. Chi volesse dare una mano ai comitati per Renzi può mandare una mail a bolognaxrenzi@gmail.com.

Via il canone del Telepass

Siccome è un tema su cui non posso intervenire come consigliere regionale, mi sono cimentato nel creare una petizione su Change.orgper promuovere l’eliminazione del canone di abbonamento degli apparecchi Telepass, che mi pare una cosa assurda come lo erano i canoni di ricarica dei telefonini che infatti poi sono stati giustamente eliminati. E’ una delle tante “piccole” cose che fanno funzionare peggio l’Italia, e per questo vi invito a firmare la petizione e a farla conoscere ad altri!

Grazie perché continuate a seguirmi su giuseppeparuolo.it, sulla pagina facebook, su twitter.

Un caro saluto e alla prossima,
Giuseppe

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace? Condividi:

, , , Newsletter

Comments are closed.