Consigliere 2009-2010

Un mandato comunale di 7 mesi

25 giugno 2009 – 28 febbraio 2010
Il 28 gennaio 2010, subito dopo l’approvazione in Consiglio Comunale del bilancio preventivo 2010, con poche parole di rito si è dimesso il Sindaco Flavio Delbono. Terminava così, dopo soli 7 mesi, il più breve mandato amministrativo che la storia repubblicana di Bologna ricordi.
La storia che ha portato a questo triste epilogo attende ancora di essere scritta, e non escludo in futuro di contribuire anch’io fornendo il mio punto di vista. Infatti io c’ero come Consigliere Comunale. Qui di seguito riepilogo come il mio percorso personale si è intrecciato con la storia di questo mandato.

 

I miei 7 mesi da Consigliere Comunale

Il 25 giugno 2009, tre giorni dopo il turno di ballottaggio, si è insediato Sindaco Flavio Delbono. Quello stesso giorno sono decaduto dall’incarico precedente di Vice Sindaco e, in virtù della mia elezione nella lista del PD con un buon risultato personale in termini di preferenze (unico membro della Giunta uscente ad essere rieletto), sono stato nominato Consigliere Comunalenel nuovo mandato amministrativo.
Il 6 luglio 2009 il Sindaco ha annunciato la composizione della Giunta che non mi comprendeva, destando stupore fra tante persone che mi avevano sostenuto in campagna elettorale e non solo fra loro. E’ inusuale infatti ricandidare un assessore uscente, sottoponendolo al giudizio del popolo, senza considerare l’elezione come una conferma per continuare il suo lavoro.
Subito dopo l’insediamento del Consiglio, il 20 luglio 2009 il PD ha definito le presidenze di Commissione. Nonostante i criteri enunciati per la scelta fossero “esperienza, competenza, consenso” sono stato escluso da una scelta che  ha premiato anche consiglieri al primo mandato eletti con molti meno voti di me.
Comunque mi sono messo a fare il Consigliere Comunale con immutato impegno. Era mio dovere farlo, e in ogni caso credo che sia segno di serietà dare sempre il massimo. La sezione 2009-2010 contiene i brevi resoconti della mia attività di semplice Consigliere Comunale. In ogni caso sono stati mesi interessanti, e sono grato ai colleghi con cui ho avuto l’opportunità di condividere questa avventura, che non mi hanno fatto mancare la stima e l’amicizia personale.
All’avvicinarsi delle elezioni regionali, ho ritenuto – dopo 11 anni di esperienza in Comune ed alla luce delle premesse che ho descritto – di poter a dare un contributo ad un livello differente, e pertanto ho segnalato la mia disponibilità a candidarmi. In quel momento non potevo prevedere quel che sarebbe successo all’inizio del nuovo anno, con il repentino epilogo delle dimissioni del Sindaco il 28 gennaio 2010. Nel mese di febbraio sono quindi decaduto da Consigliere Comunale e candidato nella lista del PD per il Consiglio Regionale.
Print Friendly, PDF & Email