Antenne partecipate

Telefonia mobile ed elettrosmog: con la vera partecipazione si risolvono i problemi

Un nuovo metodo partecipato

La collocazione delle antenne di telefonia è un tema caldo che in passato aveva portato ad ampie contestazioni e proteste. Come richiesto per dieci anni dai comitati cittadini, abbiamo attuato un approccio nuovo, capace di includere tutti gli interessati: amministrazione, altri enti, gestori, quartieri, comitati, cittadini. Il tavolo per la telefonia mobile si è riunito in forma plenaria una trentina di volte, e molte altre sono stati gli incontri specifici e le assemblee sul territorio.

 

Gli ottimi risultati fanno crollare la conflittualità

Nella grande maggioranza dei casi abbiamo trovato la miglior collocazione per gli impianti proposti; abbiamo varato le linee guida da seguire per il miglior posizionamento degli impianti; abbiamo ampliato e resopiù fruibile il monitoraggio dei campi elettromagnetici; abbiamo definito a monte la collocazione di nuove tecnologie (come il Dvb-h per vedere la tv sui cellulari); abbiamo realizzato uno studio complessivo delle antenne che erano già installate, consentendo ora di approcciare una graduale ed intelligente bonifica delle decisioni peggiori assunte in passato. Una prima antenna, quella di via Vittoria, è stata spostata con successo e soddisfazione dei cittadini.

 

L'antenna di via Vittoria viene finalmente rimossa L'antenna di via Vittoria viene finalmente rimossa La nuova antenna sul direzionale GD che sostituisce l'antenna di via Vittoria La gioia del comitato di cittadini di via Vittoria Uno strumento per il rilevamento dei campi elettromagnetici

 

Una storia che merita di essere raccontata

Tutto questo lavoro è ora reso fruibile ai cittadini in un nuovo sito completamente georeferenziato e aperto alle interazioni. E’ uno dei modi nuovi trovati per migliorare la comunicazione coi cittadini, visto che il successo del tavolo, e il conseguente crollo del conflitto coi cittadini, ha praticamente fatto sparire il tema dai giornali. Ma ci sono anche un rapporto cartaceo, un depliant per incentivare un uso consapevole del cellulare soprattutto da parte dei giovanissimi ed un video a raccontare una storia che merita di essere conosciuta, ed imitata.

 

 

Continua: La comunicazione
Print Friendly