News del 30 aprile 2019

30 Aprile 2019 Newsletter

Cari tutti, spero abbiate trascorso una buona Pasqua, e buon primo maggio! Eccoci al consueto aggiornamento mensile.

No alle discriminazioni e no alla maternità surrogata

Nelle settimane scorse ha assunto rilievo pubblico, anche nazionale, il dibattito sulla legge regionale contro le discriminazioni basate su orientamento sessuale e identità di genere. Una legge chiesta a gran voce in particolare dall’associazionismo lgbt+, una cui parte significativa è impegnata (giustamente) nel contrasto alle discriminazioni e (ingiustamente) nel promuovere l’accettazione sociale della surrogazione di maternità. Nel costruire le condizioni per procedere verso l’approvazione della legge, che sostanzialmente prevede il finanziamento di progetti ed attività formative (anche nelle scuole), io ed altri colleghi abbiamo lavorato per mettere in chiaro che i finanziamenti debbano sostenere la lotta alle discriminazioni e non la promozione culturale dell’utero in affitto.

Che il tema sia assolutamente rilevante nel merito della legge è dimostrato dal fatto che – dopo aver detto inizialmente che l’emendamento era fuori tema – diverse associazioni coinvolte hanno esplicitamente ammesso di temere di perdere i finanziamenti, riconoscendo quindi la campagna in atto su quella che preferiscono chiamare “gestazione per altri”. A chi fosse interessato ad approfondire l’argomento segnalo un mio (ahimè lungo) post riepilogativo che contiene a sua volta numerosi link di interesse, e fra la ricca rassegna stampa segnalo questo articolo del direttore di Avvenire.

La nuova legge sui Condhotel

L’Assemblea Legislativa ha approvato una legge regionale che disciplina l’avvio e l’esercizio dei Condhotel, dall’inglese “condominium hotel”: un sistema di ricezione misto, già utilizzato in molti paesi europei. Si realizza quando i proprietari degli alberghi decidono di riservare alcune delle stanze più grandi (o miniappartamenti) a proprietari privati, che possono comprarle per trascorrervi le vacanze o per affittarle quando non le usano, dividendo con la struttura l’incasso. Maggiori dettagli in questo post.

Nuove possibilità terapeutiche per la fibromialgia

Ho sottoscritto una risoluzione, che ha lo scopo di impegnare la Regione a proseguire gli studi sulla fibromialgia e a garantire i trattamenti più efficaci, come ad esempio l’agopuntura, prevedendo l’erogabilità a carico del Fondo sanitario regionale. Occorre che si arrivi al riconoscimento della fibromialgia, della sua diagnosi e di un suo omogeneo trattamento, anche a livello nazionale, con l’inserimento di questa patologia all’interno dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA). Approfondimenti nel post.

Il bando per l’educazione musicale

C’è tempo fino al 7 maggio per partecipare al bando previsto dalla legge regionale n. 2/2018 “Norme in materia di sviluppo del settore musicale”. Stanziati 2 milioni e 500mila euro per la realizzazione – negli anni scolastici 2019/20 e 2020/21– di attività di educazione e pratica musicale rivolte ai ragazzi di elementari, medie, superiori e dei percorsi di istruzione e formazione professionale. Informazioni e link utili in questo post.

Provvedimenti regionali e notizie

Imprese: accesso più rapido al credito per aziende e professionisti con una sezione speciale per l’Emilia-Romagna del Fondo di garanzia Pmi. Giustizia: servizi facilitati ai cittadini con gli Uffici di prossimità, dal 2 maggio le candidature di Comuni e Unioni di Comuni. Commercio: bando da 3 milioni di euro di risorse Por Fesr 2014-2020 a sostegno di progetti per l’innovazione gestionale e dei sistemi di vendita (anche online). Attività produttive: export e promozione all’estero delle imprese, due nuovi bandi della Regione da 4,26 milioni di euro, domande online dal 13 maggio. Centro Enea Brasimone: stanziati 3,5 milioni in tre anni per ampliare e potenziare la struttura di ricerca. Attrattiva e digitale: l’Emilia-Romagna punta sul Tecnopolo, sui Big Data e l’intelligenza artificiale col terzo bando da 35 milioni di euro per progetti d’impresa innovativi. Agricoltura: nessun aumento di costi per l’irrigazione dei prati stabili. Vini di qualità: 15 milioni per migliorare e valorizzare le produzioni dell’Emilia-Romagna. Centri estivi: sale fino a 336 euro a figlio il contributo per pagare le rette di iscrizione, 6 milioni il finanziamento complessivo. Cultura gastronomica: è partito il bando per valorizzare il pane artigianale in tutte le sue forme. Spending review: risparmiati altri 217 milioni per l’acquisto di beni e servizi nella pubblica amministrazione dell’Emilia-Romagna. Fondo Eureca Turismo: Regione e Cassa depositi e prestiti insieme per lo sviluppo del turismo dell’Emilia-Romagna. Autismo: si rafforza l’impegno della Regione per la diagnosi precoce, la cura e l’inclusione, stanziati 2 milioni di euro in più, destinati ai bambini tra 0 e 6 anni. Sanità: investimento da 24 milioni di euro per immissioni in corsia e nei servizi in tutti i territori, 10.342 fra medici, infermieri, ostetriche, tecnici e operatori assunti a tempo indeterminato, di cui 3.507 stabilizzati. Celiachia: dal 1^ luglio in Emilia-Romagna per l’erogazione dei prodotti senza glutine basterà la tessera sanitaria. Alta formazione: 30 borse triennali di dottorato finanziate con oltre 2,6 milioni dalla Regione nei settori innovativi dell’economia emiliano-romagnola. Giovani: bando triennale (2019-2021) per spazi di aggregazione, multimedialità e progetti creativi. Energia e clima: fondi ai Comuni per l’adesione al nuovo Patto dei sindaci e la redazione di Piani di azione per ridurre i gas serra. Disabilità: via libera alla Programmazione 2019 del Fondo regionale disabili, 15,7 milioni di euro per l’inserimento lavorativo e la permanenza qualificata nel mercato del lavoro. Case popolari: affitti più leggeri per anziani e persone sole con reddito inferiore a 17mila euro. Diritto allo studio: oltre 38 milioni di euro in arrivo dal Miur per nuovi alloggi e residenze per gli studenti universitari, grazie al cofinanziamento della Regione di quasi 11 milioni di euro.

Le elezioni del 26 maggio

Il 26 maggio prossimo ci saranno le elezioni europee ed amministrative (nel territorio bolognese vanno al voto 38 comuni). A livello nazionale la polemica fra Lega e M5S ogni giorno si arricchisce di un nuovo episodio, col risultato di bloccare l’attività di governo mentre l’Italia viaggia verso la recessione, sacrificando il bene comune nel tentativo di polarizzare il voto elettorale fra gialli e verdi. In questo contesto il PD ha un compito non facile, quello di presentare una alternativa chiara e credibile. Buon lavoro ai candidati alle europee, ai votanti consiglio di premiare competenze e profili riformisti, ma sui candidati tornerò nei prossimi giorni: oggi consentitemi di dire grazie per il lavoro svolto a Damiano Zoffoli, l’europarlamentare che ho sentito più vicino e che purtroppo ha deciso di non ricandidarsi. Un grande in bocca al lupo anche ai candidati sindaci e consiglieri comunali nelle città che vanno al voto, nella consapevolezza che non c’è più nulla di scontato, e che per guadagnarsi il consenso dei cittadini molto conterà la qualità del lavoro svolto; e sempre più le persone fanno la differenza.

Continuate a seguirmi sul mio sito e sulla pagina facebook. Vi ricordo inoltre il sito del gruppo PerDavvero. E se conoscete qualcuno interessato a ricevere questa mia mail periodica di aggiornamento, segnalatemelo, grazie!

Un caro saluto e alla prossima,
Giuseppe

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace? Condividi:

, , , , , , Newsletter

Comments are closed.