Mettiamo a livello regionale il sistema di diagnostica per immagini?

15 marzo 2018 Sanità

Nei giorni scorsi, presentando come relatore la legge sul riordino delle società partecipate, ho insistito sull’importanza di dare indirizzi strategici chiari, e sulla necessità di riconoscere, accanto ai buoni risultati ottenuti finora, anche gli evidenti margini di miglioramento che abbiamo di fronte. L’interrogazione che ho presentato stamattina sull’opportunità che il sistema RIS/PACS per l’archiviazione delle immagini diagnostiche venga realizzato a livello regionale costituisce un esempio concreto in tal senso.

Per garantire servizi sanitari di qualità è importante disporre di tecnologie all’avanguardia. L’Azienda USL di Bologna ha emanato, a livello di area vasta, un bando per la fornitura del sistema RIS/PACS in favore delle Aziende USL di Bologna, Imola, Ferrara, le Aziende Ospedaliere Universitarie di Bologna e Ferrara e l’Istituto Ortopedico “Rizzoli”. Si tratta di un sistema per l’archiviazione delle immagini ottenute nelle radiografie, risonanze, tomografie e altri esami diagnostici (si parla infatti di diagnostica per immagini). In passato introdotto a livello di singolo ospedale, è importante nel tempo aver compreso che è una funzione che può essere centralizzata con evidenti economie di scala e miglioramenti di qualità, e quindi via via è stata spostata a livello di azienda sanitaria, area metropolitana, adesso area vasta. Peraltro, chi ha emesso il bando lo ha posto al livello più alto su cui poteva disporre, quindi più di così non poteva fare. Ma dal punto di vista tecnico avrebbe molto senso adottare un sistema RIS/PACS unico per tutta la Regione!

Peraltro la decisione recentemente assunta di unire Lepida e Cup2000 crea un polo informatico-sanitario che per risorse e competenze mi pare del tutto idoneo a fungere da riferimento per la creazione di un polo per la diagnostica per immagini con capacità di archiviazione (e non solo, si potrebbero fare molte altre cose) di livello regionale. Insomma, mi pare che sia un’occasione da cogliere per fare un passo in più nella giusta direzione…

Per questo ho presentato un’interrogazione alla Giunta per sollecitare che l’adozione del sistema RIS/PACS avvenga a livello regionale, quindi idoneo a servire tutte le strutture sanitarie della Regione, superando gli ostacoli che si frapponessero al procedere in questa che credo sia la giusta direzione.

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace? Condividi:

, , , Sanità

Comments are closed.