Il piano dei rifiuti

4 maggio 2016 Ambiente

Ieri abbiamo approvato in Assemblea Legislativa il piano regionale di gestione dei rifiuti, a distanza di qualche mese dalla nuova legge sui rifiuti urbani fortemente innovativa nel senso della sostenibilità.

Il piano anticipa gli obiettivi europei (che dicono 50% di riciclaggio dei rifiuti urbani al 2020, invece qui vogliamo arrivare al 70%), traccia la strada per la transizione verso l’economia circolare: senza costruire nuovi impianti, diminuendo i conferimenti in discarica e riducendo progressivamente l’utilizzo di quelli esistenti.

pianorifiuti1  pianorifiuti2
pianorifiuti3  pianorifiuti4

Il piano introduce importanti elementi di prevenzione, riuso, riciclo e smaltimento. Inoltre, grazie ad un emendamento presentato da Pd e Sel, è stato istituito un “osservatorio costi” che ha lo scopo di integrare, monitorare e analizzare le informazioni di tipo territoriale, tecnico ed infrastrutturale, correlandole agli impatti economici e alle conseguenti ricadute tariffarie all’utenza.

Lavorare in questa direzione consentirà gradualmente di ridurre le discariche e spegnere gli inceneritori. Credo sia la strada giusta, anche se naturalmente c’è chi dice che non è mai abbastanza ed esagera parlando di emergenza sanitaria. Non rinunciamo quindi al monitoraggio attento degli impianti esistenti, in attesa di poterli dismettere non “al buio” ma perché avremo messo in campo una strategia alternativa che funziona. Tra l’altro io abito a 3 km da uno degli impianti più grossi che abbiamo in regione…

Ricordiamoci però che anche quando arriveremo a spegnere gli inceneritori non è che avremo risolto tutti i problemi di inquinamento dell’aria della pianura padana: per questo io penso che dovremmo cercare un approccio il più possibile oggettivo su quali siano le fonti di inquinamento e di pericolo per la salute su cui occorre lavorare. In questo senso credo sia importante dare impulso a studi epidemiologici e a valutazioni scientifiche oggettive, per cercare di superare ragionamenti fatti solo in base alla percezione diffusa (su cui a volte si innestano strumentalizzazioni politiche) argomenti così delicati.

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace? Condividi:

Ambiente

Comments are closed.