News del 31 luglio 2015

20150731newsCari tutti, alla vigilia della pausa agostana eccomi a voi con gli abituali aggiornamenti, in particolare relativi ad importanti provvedimenti varati dalla Regione nel mese di luglio.

Riordino istituzionale

Con l’approvazione della legge regionale sul riordino istituzionale, che dà attuazione alla “legge Delrio” (L. 56/2014), nasce un nuovo modello di governo territoriale, nell’ottica di semplificare e razionalizzare, senza abbassare la qualità dei servizi. Dalle attuali Province si va verso le Aree vaste: potranno fare sistema e gestire i servizi in modo unitario, ad esempio in materia di turismo, trasporti o protezione civile. Si investe su Unioni e Fusioni di Comuni. Un ruolo fondamentale per lo sviluppo dell’intero territorio regionale è affidato alla Città metropolitana di Bologna. La legge individua nuovi modelli organizzativi, le Agenzie, per le funzioni in materia di ambiente, energia, sicurezza territoriale e protezione civile, puntando all’unificazione, razionalizzazione e semplificazione delle competenze. L’attuale ARPA diventa la nuova Agenzia regionale per la prevenzione, l’ambiente e l’energia, e vengono unificate in capo all’Agenzia regionale di protezione civile anche le funzioni di sicurezza territoriale. Viene, inoltre, istituita l’Agenzia regionale per il lavoro, con compiti di politiche formative e di sostegno al lavoro. Questa legge non è il punto d’arrivo del percorso, ora occorrerà mettere mano a diverse leggi regionali nei settori coinvolti: sarà il lavoro del prossimo autunno.

Patto per il lavoro

L’Emilia-Romagna fa squadra per dimezzare la disoccupazione entro la fine della legislatura, mettendo in campo risorse per quasi 15 miliardi e tenendo alta l’attenzione sulla legalità. L’obiettivo del Patto per il Lavoro, sottoscritto dalla Regione con le istituzioni locali, le università, le parti sociali datoriali e sindacali, il forum del terzo settore, è creare 120mila nuovi posti di lavoro, attraverso investimenti pubblici e privati. Il focus è sulle azioni capaci di generare sviluppo e coesione sociale, sulla diffusione delle competenze e sull’innovazione, e passa attraverso un piano per la sicurezza e la manutenzione del territorio, un piano per la casa, un piano per la mobilità e un piano per l’edilizia scolastica, nonché azioni di contrasto verso le infiltrazioni criminali e la negazione di diritti nel lavoro, agendo su appalti, anticorruzione e gestione dei beni sequestrati e confiscati.

Inserimento lavorativo delle persone fragili

Approvata la legge sullinserimento lavorativo e l’inclusione sociale delle persone fragili e vulnerabili, che nella nostra Regione sono più di 200mila. Si tratta di soggetti disoccupati o inoccupati, la cui condizione si caratterizza per la compresenza di problematiche che riguardano sia la dimensione lavorativa sia quella sociale e/o sanitaria. L’obiettivo è quello dell’inclusione sociale attraverso il lavoro, con una presa in carico affidata ad equipe multiprofessionali in cui coopereranno centri per l’impiego, servizi sociali comunali e AUSL. Sono previsti incentivi per imprese e datori di lavoro e assumono un ruolo rilevante le cooperative sociali con funzioni di integrazione lavorativa. Per venire incontro alle caratteristiche ed ai bisogni delle persone in condizione di fragilità, potranno essere impiegate forme di flessibilità e modalità di telelavoro. Si introduce, infine, una nuova tipologia di tirocini, quelli di orientamento, formazione e inserimento/reinserimento finalizzati all’inclusione sociale.

Provvedimenti regionali e notizie

Cresce l’occupazione in Emilia-Romagna: 20mila occupati in più nel primo trimestre del 2015. Cassa integrazione in deroga: in arrivo 38 milioni per 21mila lavoratori di oltre 2600 aziende in difficoltà. Rom e Sinti: l’Assemblea legislativa approva il progetto di legge, chiusura dei grandi campi e passaggio alle micro-aree. Sostegno ai processi partecipativi, ecco il Bando 2015: domande entro il 30 settembre 2015, contributi per 200mila euro.
La Ferrari deve restare a Maranello: l’Assemblea legislativa approva una risoluzione sottoscritta da tutti i Gruppi per evitare lo spostamento delle sedi legale, fiscale e della produzione. Fusioni: nasce il Comune di Ventasso nell’Alto appennino reggiano; a ottobre consultazioni nel riminese (Monte Scudo e Montecolombo) e nel parmense (Polesine Parmense e Zibello). Bando per il risanamento delle case popolari rivolto a Comuni e Unioni di Comuni: 40 milioni per il recupero di alloggi di edilizia residenziale pubblica.
Due bandi per l’industria cinematografica e audiovisiva regionale: 1 milione di euro le risorse europee a disposizione. Teatro, musica e danza, dalla Regione 10 milioni: 2,7 milioni in più rispetto al 2014. Concorso “La Musica Libera. Libera la Musica”: musicisti e band dell’Emilia-Romagna possono iscriversi fino al 16 settembre. Emilia-Romagna Festival, da Bach all’Oriente: dal 18 luglio al 16 settembre 41 concerti tra le province di Bologna, Ferrara, Forlì-Cesena e Ravenna.
Europe in my Region, concorso fotografico della Commissione europea: si può partecipare fino al 28 Agosto 2015. Nuovi bandi per gli universitari: alloggi, borse di studio, prestiti; info sul sito di Er.Go, domande a partire dal 15 luglio.
Operatore socio sanitario: qualifica a studenti istituti professionali; siglato un protocollo d’intesa tra Regione e Ufficio scolastico regionale per i ragazzi con diploma di Tecnico socio sanitario. Fondazioni ITS: fino al 10 ottobre l’iscrizione alle selezioni per accedere ai 14 percorsi biennali per formare tecnici altamente specializzati.
600mila euro per i giovani: il bando finanzia interventi rivolti agli adolescenti (11-17 anni). Bando contributi per politiche giovanili: 400mila euro complessivi per gli enti pubblici che aderiranno entro il 29 agosto. 38 milioni per i giovani agricoltori: fondi agli under 40 per nuove imprese o per l’ammodernamento di quelle esistenti, domande dal 15 settembre. Sisma: novità sulle misure per l’assistenza alla popolazione. Incendi boschivi, dal 24 luglio al 31 agosto lo stato di grave pericolosità. Alluvione e trombe d’aria: prorogate al 30 settembre le scadenze per le domande delle imprese per richieste di riconoscimento danni e concessione contributi. Nevicate 2012: 9 milioni e 400mila euro per 146 interventi per la messa in sicurezza del territorio e il ripristino delle opere pubbliche danneggiate. Termovalorizzatori: accordo Regione, Hera e Iren, limitato l’utilizzo degli impianti. Consorzi di bonifica: 800mila euro per interventi di manutenzione straordinaria alle opere di bonifica delle aree montane.
Attività estrattive: Regione sigla accordo con Ministero dello Sviluppo economico; al centro dell’intesa sicurezza, monitoraggio, controllo e difesa dell’ambiente. La Corte dei Conti attesta affidabilità e regolarità del bilancio della Regione. Via al nuovo Piano della prevenzione della salute 2015-2018 all’insegna di equità, integrazione, partecipazione. Banda larga e ultra larga: realizzate 16 nuove tratte. Ricerca e innovazione: 66 milioni per imprese e laboratori di ricerca della Rete alta tecnologia, domande al via tra agosto e settembre. Mobilità e trasporti: online rapporto e sintesi 2015.
Emergenza caldo sui treni: raddoppiata la manutenzione. Treni: conclusa la “gara del ferro”, vince Trenitalia-Tper, quasi 100 nuovi treni, investimenti per circa 750 milioni in 15 anni. Stazioni: dalla Regione un piano di oltre 10 milioni di euro. Cooperazione internazionale: l’Accademia di Loznica premia la Regione per l’impegno umanitario, realizzato in Serbia un centro giovanile di 300 mq con oltre 7000 presenze l’anno.

Prossimamente

Ho depositato una risoluzione sul tema dei ticket sanitari regionali. Sto dando, insieme ad alcuni colleghi, gli ultimi ritocchi a una legge regionale sulle Pro-Loco. Maggiori dettagli nelle prossime puntate 🙂

Ultimora Bologna

A valle della decisione dell’assemblea cittadina del PD di ieri sera, questa la mia dichiarazione: “Abbiamo da tempo espresso perplessità e richieste di cambio di rotta su alcuni temi importanti; in effetti su alcuni di questi temi sono giunte risposte positive, ora speriamo che alle parole seguano fatti concreti; prendiamo atto della forte richiesta dei segretari regionale e provinciale sulla riproposizione della candidatura del sindaco Merola e della decisione in questo senso assunta dall’assemblea; è una decisione che accettiamo, naturalmente senza rinunciare a tenere alta l’attenzione sui temi che riteniamo cruciali per Bologna.”

Un caro saluto e alla prossima,
Giuseppe

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace? Condividi:

, , , Lavoro, Newsletter, Politica locale, Servizi sociali

Comments are closed.