News del 26 giugno 2015

26 giugno 2015 Newsletter

20150626newsCari tutti, mentre i più fortunati hanno già cominciato a fare qualche giorno di ferie in questa estate che si preannuncia calda, eccomi a voi con le consuete notizie ed aggiornamenti.

Il diritto alla casa: criteri ERP

È un tema caldo, e – a mio avviso – centrale anche per la costruzione dell’identità di una sinistra riformista capace di coniugare solidarietà e legalità, diritti e doveri. Nei giorni scorsi abbiamo approvato la riforma dei requisiti di accesso e permanenza negli alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP). Ha fatto discutere l’introduzione del requisito della residenza minima di tre anni nel Comune in cui si richiede un alloggio pubblico. In realtà si tratta di una norma di buon senso per evitare spostamenti repentini da un comune all’altro, per cui chi si trovava ai primi posti in graduatoria si vedeva superato all’ultimo momento da qualcuno appena arrivato. La riforma, inoltre, rende omogenei criteri finora anche parecchio difformi fra i diversi comuni sul territorio. Ne valuteremo gli effetti, con un approccio pragmatico che eviti di inseguire gli egoismi di chi vorrebbe arroccamenti ed esclusioni, ma anche la vacuità di chi pensa che si possano governare i processi senza filtri né regole. Qui la sintesi della riforma e il piano casa, con cui vengono destinati più di 70 milioni di euro per il recupero del patrimonio di edilizia residenziale pubblica, i bandi per le giovani coppie, i fondi per l’affitto.

Il diritto alla casa: la vicenda Acer

Pragmatismo per far funzionare meglio le cose è ciò che occorrerebbe in maggior misura anche in Acer Bologna. Ricorderete la mia interrogazione sull’intenzione di Acer Bologna di costituire una nuova società di scopo, nonostante l’avvenuta abrogazione delle norme che lo consentivano. Dagli atti ricevuti in risposta all’interrogazione, risulta evidente che Acer Bologna ha chiesto una consulenza tecnica a sostegno di una tesi precostituita (spendendo circa 100 mila euro), con un parere contrario depositato dall’ufficio legale interno, e poi ha speso ulteriori 20 mila euro per pareri legali a supporto di tale scelta. D’altro canto ha escluso la possibilità di un global service con una motivazione incredibile e surreale. Dal canto suo la Giunta ha risposto sostenendo che non vi sarebbe un divieto esplicito di costituire una società, nonostante la modifica della legge, pur riconoscendo che la propria interpretazione “si evince in modo solamente implicito (…) finendo col generare confusione ed incertezza”. Insomma, un pasticcio in cui chi guida Acer Bologna sembra molto impegnato a fare cose che sarebbe meglio evitare mentre ci sarebbe un gran bisogno che facesse bene il proprio lavoro, cercando di usare al meglio e con maggior mobilità l’ingente patrimonio abitativo pubblico disponibile. Maggiori informazioni e i link a tutti i documenti in questo post sul mio sito.

Alcune idee per Bologna

Il tema della casa, dal contrasto alle occupazioni abusive alla legalità e alla sicurezza urbana è uno dei quattro argomenti su cui in una recente intervista ho espresso la mia convinzione che sia necessario un deciso cambio di rotta. Gli altri temi sono: infrastrutture di mobilità, welfare comunale e politiche culturali. Ho invece espresso apprezzamento per quanto fatto in tema di urbanistica, sanità, raccolta differenziata e la scelta di pedonalizzare. Mentre in vista delle prossime elezioni comunali infuria un dibattito surreale con interventi che lamentano la necessità di affrontare problemi concreti ma poi si focalizzano solo su nomi e procedure, nella mia intervista noterete la scelta di stare con forza sui temi e sulla politica. Verrà poi il tempo delle scelte e dei nomi, ma è importante che siano basate su temi ed idee: è questo lo stile di #perdavvero, di cui vi parlo in chiusura.

Provvedimenti regionali e notizie

Migliorano i tempi di pagamento delle Aziende sanitarie. Donazione sangue: parte la campagna estiva di Regione, Avis e Fidas. Linee guida per l’assistenza con gli animali: recepito l’accordo Stato–Regioni sulla pet therapy. “Non da sola”, la cartella della gravidanza per future mamme in tutti i consultori familiari dell’Emilia-Romagna. Welfare, ripartito il Fondo sociale regionale: 20 milioni per minori e soggetti a rischio emarginazione. Nuove regole per l’accreditamento delle strutture socio-sanitarie: sono 856 in Emilia-Romagna. Oltre 346 mila euro per centri antiviolenza e case rifugio. Nasce la Consulta regionale contro le mafie. Assemblea legislativa, risparmi per 5 milioni grazie al taglio ai costi della politica.

Fusione di Comuni: nel reggiano vince il ‘sì’. Oltre 26 milioni di euro per realizzare 555 interventi di messa in sicurezza del territorio. Dalla Regione 10 milioni per la manutenzione delle strade. Prorogate le scadenze per contributi alluvione 2014 e tromba d’aria 2013. Governo approva norme in favore delle zone terremotate per sostenere la ripresa economica delle zone colpite. Emilia-Romagna seconda in Italia per raccolta rifiuti elettrici ed elettronici. Delta del Po e Appennino Tosco Emiliano diventano Riserva della Biosfera Unesco. Europa, incontro sul sistema marino e costiero dell’Area Adriatico-Ionica.

Corsi e incentivi in edilizia: 3,6 milioni per dare un lavoro a chi lo ha perso. Approvato piano per inclusione socio lavorativa di detenuti: l’avviso per il finanziamento delle attività scade il 15 luglio.

Diritto allo studio universitario, l’Assemblea approva la legge che cambia i vertici di ‘ErGo’: risparmi per 60 mila euro che saranno utilizzati per le borse di studio. Calendario scolastico 2015/2016: in Emilia-Romagna le lezioni dal 15 settembre al 6 giugno 2016. Giovani, 600 mila euro per progetti di aggregazione e promozione socio-culturale. Dai film alle serie tv, sì unanime al primo programma regionale sul cinema e l’audiovisivo: fondi per 4 milioni nel 2015. Cultura, (molti) più fondi a musei, biblioteche, archivi: sì dell’Assemblea legislativa al bilancio di previsione 2015 dell’Istituto regionale per i beni artistici, culturali e naturali. Stanziamenti anche per la valorizzazione dei dialetti. Giovani ‘conCittadini’: il programma dell’Assemblea legislativa sulla cittadinanza attiva si chiude con 122 scuole e 16mila studenti coinvolti in 72 progetti.

“Expo da vicino”, il sistema produttivo si presenta ad Expo: il video che racconta l’Emilia-Romagna in occasione dell’esposizione universale. Infine le buone notizie calcistiche: la Regione premia Bologna FC e Carpi FC per la promozione in serie A.

PerDavvero scalda i motori

Vi avevo già fatto cenno ai gruppi di lavoro e allo stile innovativo – almeno questa è l’intenzione! – con cui abbiamo dato vita a #perdavvero. Pur provvisoria, c’è la pagina facebook in cui cominciano a essere pubblicati i documenti con le proposte concrete messe a punto dai gruppi di lavoro. A questo proposito, dopo quello sull’alternativa al Passante Nord, vi segnalo una proposta di collegamento tramviario su cui crediamo sia importante lavorare per il futuro. Chi vuole venire a dare una mano in questo cammino di elaborazione di idee è benvenuto.

Un caro saluto e alla prossima, Giuseppe

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace? Condividi:

, , , , Newsletter

Comments are closed.