News del 23 maggio 2014

23 maggio 2014 Newsletter

20140523newsCari tutti, un altro mese è passato e siamo ormai giunti all’appuntamento con le elezioni europee (e con le amministrative in molti comuni).

Il mio voto per l’Europa, per le riforme, e per Damiano

Credo davvero che serva un voto in positivo per costruire una Europa giusta e compiuta, e non per tornare indietro. Un voto perrafforzare la stagione delle riforme che col governo di Matteo Renzi sta muovendo i primi passi, perché di riforme l’Italia ha un disperato bisogno. Siccome si possono esprimere le preferenze, usiamole bene: io una la spenderò senz’altro per Damiano Zoffoli, romagnolo di Cesenatico, una persona che ho imparato a conoscere ed apprezzare. Non dimentrichiamo che si vota anche per moltissime amministrazioni comunali: anche in questo caso cerchiamo di usare le preferenze per promuovere persone che siano davvero disposte a spendersi per il cambiamento. In questo post sul sito (ed anche con un tweet e su facebook) trovate maggiori argomenti e dettagli, oltre che nelle poche righe che seguono. In ogni caso, andate a votare!

L’Europa merita di meglio

Sarebbe bello che le elezioni europee servissero per guardare alla nostra collocazione nel mondo, a ragionare delle prospettive del pianeta, a comprendere che le cose che ci uniscono sono più forti di quelle che appaiono dividerci. A guardare all’Italia e alle sue vicende in una prospettiva più ampia: comprenderemmo meglio quali sono le cose da cambiare, quali i problemi da risolvere (qui parlo ad esempio dei fondi europei). Invece, meglio stendere un velo pietoso sugli insulti, sulle cialtronerie (come definire altrimenti chi prospetta come soluzione l’abbandono dell’euro?), sull’intolleranza strisciante (e non solo) che sta tornando a manifestarsi. Se avete tempo, guardate ad esempio questo splendido video (grazie Massimo, l’ho visto sul tuo ottimo blog), e poi pensando a tutta questa bellezza facciamoci questa domanda: ma l’Europa, e tutti noi, non meriteremmo di meglio?

Garanzia giovani

Da pochi giorni ha preso il via Garanzia Giovani, il progetto dell’Unione Europea indirizzato ai ragazzi e alle ragazze tra i 15 e i 29 anni che non studiano e non lavorano. L’iniziativa mette a disposizione nuove opportunità per acquisire competenze ed entrare nel mercato del lavoro. Sul progetto sono a disposizione oltre 74 milioni di euro provenienti dal Fondo sociale europeo. L’Emilia-Romagna è tra le prime Regioni che ha sottoscritto la convenzione con il Ministero del lavoro. Qui tutte le informazioniper accedere al programma.

Provvedimenti regionali vari

E’ stata approvata una legge per favorire la legalità e contrastare le infiltrazioni criminali nel comparto della logistica. E’ in iter una semplificazione delle leggi regionali in materia di volontariato, associazionismo di promozione sociale e servizio civile. Case di promozione e tutela della salute verranno attivate all’interno degli istituti penitenziari. Stanziati quasi 5 milioni per la montagna(oltre 1 in provincia di Bologna). Più di 2 milioni di euro gli indennizzi a cittadini e imprese dalle compagnie di telecomunicazionigrazie all’attività di conciliazione svolta nel 2013 dal Corecom. C’è stata in Assemblea la sessione europea, in cui si sono discusse proposte che vanno dal turismo all’innovazione. Approvato il piano di attuazione 2014 della Rete Politecnica regionale.L’agopuntura per l’anestesia entrerà nelle linee guida regionali per l’erogazione di prestazioni di medicine non convenzionali. Nessun taglio alle risorse per la prima infanzia: oltre 11 milioni di euro destinati ai servizi zero-tre anni e alle scuole dell’infanziaparitarie (comunali e private). Sul gioco d’azzardo un bando per le scuole e i giovani fra 14 e 35 anni che invita a raccontare per immagini le conseguenze dell’azzardo compulsivo.

L’anno scolastico

Un pensiero a tutti gli scolari e gli studenti che si accingono a concludere nei prossimi giorni l’anno scolastico, e per coloro che saranno subito dopo impegnati negli esami. Poi buone vacanze! Ma nel frattempo, sono state decise le date del prossimo anno scolastico: in Emilia-Romagna le scuole (elementari, medie, superiori) inizieranno le lezioni lunedì 15 settembre 2014 e le concluderanno sabato 6 giugno 2015.

A 2 anni dal terremoto

In questi giorni, due anni fa, la nostra terra emiliana ha tremato. A due anni di distanza, rimane viva la solidarietà verso le popolazioni più colpite dal sisma. E’ stato appena messo online un sito per rendere conto degli interventi finanziati con le donazioni. Tra l’altro, in quegli stessi giorni io cominciavo il mio servizio di consigliere regionale, dunque sono due anni anche per me.

Un caro saluto e alla prossima, Giuseppe

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace? Condividi:

, , , , , Newsletter

Comments are closed.