Contrassegni per la mobilità dei disabili, occorre stringere i tempi

26 aprile 2013 Mobilità, Servizi sociali

Se a volte capita che ci siano cose sulla cui utilità è lecito nutrire qualche dubbio e che però hanno iter sorprendentemente rapidi, altre volte vi sono casi nei quali è chiarissimo che la direzione imboccata è quella giusta ma dove l’iter è invece lento e sofferto.

Una banca dati condivisa (o federata) sulle targhe dei veicoli con contrassegno disabili sarebbe certamente utile: eviterebbe alle persone diversamente abili che devono recarsi in una città diversa dalla propria di fare ogni volta tutta la trafila burocratica che è necessaria per evitare la multa. Buona idea dunque, tanto che già negli Accordi di Programma 2007/2010 era stata inserita una scheda di investimento relativa “alla promozione di una banca dati regionale dei possessori di contrassegno per disabili che permetta un utilizzo legittimo e controllato del medesimo su tutto il territorio regionale”.

Passano alcuni anni, e nel 2011 undici Comuni interessati al progetto (Bologna come capofila, e poi Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Imola, Ferrara, Ravenna, Faenza, Forlì e Cesena) hanno firmato un accordo sperimentale con la Regione, cofinanziatrice del progetto. A che punto siamo nel 2013? E’ quel che ho chiesto con una interrogazione. Leggete la risposta e capirete che si sta andando avanti, ma in modo tutt’altro che fulmineo.

Nel frattempo, le persone diversamente abili continuano ad impegnare tanto del loro tempo (e di quello delle PM dei vari comuni) per la burocrazia attualmente necessaria per comunicare il passaggio in altre città, e non sempre si salvano dalla multa e dalle successive procedure per farsela togliere. Mi chiedo a quanto ammonti il tempo-persona che si perde in questo modo, e confrontarlo a quello che occorre per sviluppare il database dei contrassegni. Sospetto che di fatto ci costi di più attenderlo di quanto costi farlo.

Occorre fare presto, insomma, per poi fare di più (procedere fuori regione, ad esempio). E attendiamo notizie anche per il tagliando europeo.

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace? Condividi:

, , Mobilità, Servizi sociali

Comments are closed.