News del 13 settembre 2012

13 settembre 2012 Newsletter

20120913newsCari tutti, le ferie sono un ricordo che si sta già affievolendo ed eccoci qui a riprendere il filo del discorso.

In discussione in Regione

Fra i vari argomenti vi segnalo la battaglia contro la chiusura degli uffici postali nei piccoli comuni, e l’avvio (sofferto) dell’iter per deliberare la fusione dei comuni della Valsamoggia. In commissione è stato discusso anche il documento sulla semplificazione, e in quell’occasione ho insistito per avere un maggiore coraggio (in breve: ben venga l’informatizzazione delle procedure esistenti per velocizzarle un po’, ma un uso avanzato dell’informatica consentirebbe di rivoluzionare interi processi con vantaggi enormi di prospettiva, e per farlo occorrono visione e coraggio ed una presa di coscienza dei politici che non possono su questi temi delegare semplicemente i tecnici a “fare il massimo possibile”).

Regole chiare e massima trasparenza

La Regione è stata anche epicentro di diverse polemiche. Il tema degli inviti in TV a pagamento (pratica che mi era del tutto sconosciuta, nonostante io sia impegnato nella politica locale da ormai parecchi anni) si aggiunge ad altri esempi che spingono ad accelerare su regole chiare che fissino con precisione i margini di discrezionalità ed accompagnate dallamassima trasparenza.

Il Movimento 5 Stelle e la democrazia

Il fuorionda di Giovanni Favia ha aperto un ampio dibattito sulla mancanza di democrazia e sulle lotte intestine all’interno del M5S. Francamente non mi pare che sia questo il cuore del problema: mi preoccupa piuttosto che sia l’idea stessa di democrazia ad essere “sostituita” nella visione del M5S di Grillo e Casaleggio. La visione futuristica di quest’ultimo viene riportata dai giornali quasi come fosse un fatto folcloristico invece di essere analizzata con la serietà e la preoccupazione necessaria. Ne ho scritto anche nel mio blog.

Notizie poco belle sul Passante Nord

In agosto è arrivata ufficialmente la proposta di Società Autostrade, e si tratta di un progetto completamente diverso da quello previsto dal PTCP e molto simile al “passantino” che era circolato informalmente (e sempre smentito) come ipotesi allo studio. Questo progetto di Autostrade è tutt’altra cosa ed è inaccettabile, come argomenta fra gli altri Giuseppe Campos Venuti in questo articolo che io condivido. Il rischio che su questa proposta si vada al “prendere o lasciare” è alto, e sarebbe una conclusione sbagliata e grave. Il tavolo degli enti locali è impegnato a preparare le controdeduzioni da presentare a Società Autostrade: nel fare a loro (e a tutti noi) i migliori auguri per riuscire ad uscire dall’impasse, non posso nascondere un forte disagio per come si è andata sviluppando questa vicenda. Ad esempio, che Autostrade scriva nella sua proposta che “è stato pertanto sviluppato un tracciato all’interno del corridoio che Regione Emilia Romagna e Provincia di Bologna hanno individuato e proposto, dopo aver sentito preliminarmente i comuni interessati” è una cosa destituita di fondamento e proprio per questo davvero inquietante.

Segnalazione e saluti

Gabriella Ghermandi mi segnala un bel progetto di cooperazione che coinvolge musicisti italiani ed etiopi e finalizzato alla produzione di un cd di musica etio-italiana. Il progetto è raccontato su questo sito che vi invito a visitare e dove è possibile contribuire alla causa con una piccola donazione (poi vi manderanno il cd).

In questi giorni riaprono le scuole: un augurio a tutti coloro che sono coinvolti ed un pensiero particolare ai territori colpiti dal sisma in cui la ripresa della scuola segna un passo avanti verso il ritorno alla normalità.

Un caro saluto e alla prossima,
Giuseppe

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace? Condividi:

Newsletter

Comments are closed.