;

Il progetto sulla comunicazione

4 Maggio 2007 Comunicazione

Un anno fa il Sindaco Cofferati mi ha conferito la delega sulla Comunicazione, aggiungendola a quella alla Salute che avevo dall’inizio del mandato amministrativo.
Mi sono dedicato sei mesi circa a studiare il presente, ed altrettanto per progettare il futuro. A questo punto, ho ritenuto mio dovere fare la proposta perché possa aprirsi una discussione e si possa poi rapidamente realizzare quel che decideremo di fare.

Il titolo che ho scelto è: “Una nuova fase per Bologna nella comunicazione coi cittadini“. Il focus del documento è quindi sulla comunicazione fra il Comune e i cittadini, e in particolare sulla comunicazione diretta, cioè non mediata da giornali e televisioni. Primo, perché oggi la tecnologia ci consente di progettare cose fino a ieri impensabili. Secondo, perché oggi più che mai c’è davvero bisogno di una informazione “di servizio”, ossia che informi nel senso primario del termine. So che detta così può sembrare un po’ dura, ma occorre anche il coraggio di dire che una riflessione sul ruolo svolto dai media sarebbe opportuna.
Non ho trattato in questo piano aspetti relativi alla comunicazione interna e all’organizzazione della macchina comunale, anche se naturalmente una nuova impostazione della comunicazione esterna avrà poi dei riflessi anche interni. In compenso ho cercato di guardare avanti con lungimiranza, e credo che alcune delle proposte contenute siano effettivamente coraggiose. Qualcuno pensa che siano troppo coraggiose, ma questo è appunto uno dei temi su cui mi piacerebbe confrontarmi.

Ecco, il senso di questo blog nasce anche dal desiderio e dalla consapevolezza di raccogliere contributi positivi che mi e ci aiutino a progettare al meglio la comunicazione coi cittadini.
Ci sono diversi aspetti su cui voglio confrontarmi non solo all’interno della Giunta, non solo a livello tecnico e politico, non solo col mondo accademico e industriale del settore, ma anche con chi ritiene di poter dare un proprio contributo di idee su questo argomento.
Al tempo stesso, credo che sia giusto sottolineare che sono convinto che le discussioni siano utili se poi approdano ad una concreta realizzazione. È giusto dirlo, perché per l’appunto c’è una distinzione fra (1) le chiacchiere, (2) le polemiche, e (3) le discussioni costruttive: io scelgo l’opzione (3).
Nei prossimi post illustrerò i vari aspetti del documento, in modo da ordinare le idee e la discussione. In ogni caso, il documento in forma integrale è disponibile per chi vuole qui.
Grazie fin d’ora a chi raccoglierà in senso positivo questa mia disponibilità.

Print Friendly, PDF & Email
Ti piace? Condividi:

Comunicazione

Comments are closed.